Finally… Le ferie!

3 agosto 2015

Multi colored paper lanterns and white lights

Ne avevo proprio bisogno, TANTO, come una boccata d’aria fresca…

Quest’anno ha esaurito tantissime delle mie risorse, mentali, fisiche, di gioia, di spensieratezza…

Niente di tragico è capitato in realtà, ma l’insieme di tutto è stato estenuante, più di quanto mi sembrava mentre correvo dietro a tutto…

Ho finito per essere irritabile, rompipalle, suscettibile, lunatica, stramba, gonfia, poco disponibile, una iena…

Ora stacchiamo la spina, fino al 23 agosto, un bel po’ di giorni per riprendere le redini di me stessa, per fare scorta di bellezza e di gioia e di spensieratezza, di amore…

Buona estate a tutti, la mia (la nostra) comincia ora <3

Bubus, fastidio, Freetime, Me, Myself and I, Ormoni, Tina, Tino, Umpf..., Workaholic

Riviera Ferita

27 luglio 2015

11234043_977026898995454_6150579863608102049_n

 

Ieri siamo andati a trovare i miei suoceri, che abitano a Mira, riviera del Brenta, sfiorati dal tornado che ha squassato questa magica zona del veneziano, con le sue ville, i suoi alberi secolari, la placidità del Naviglio che dà il ritmo alle cose.

Sono passati quasi 20 giorni da quel giorno, non eravamo mai passati, anche per non intralciare, per non ficcanasare, per non camminare su una ferita ancora fresca.

Eravamo con la nostra Lambretta, baciati dal sole, la giornata era splendida e un vento grazioso ci rinfrescava le braccia.

Girato l’angolo della strada siamo stati investiti da uno schiaffo, un gemito è sfuggito dai nostri polmoni, l’angoscia ci ha per un attimo storditi… L’impressione che lascia la scia di un tornado è sconvolgente. Avevo letto articoli, guardato mille foto e tanti video, pensavo di essere preparata, di aver capito.

E invece no, siamo come foglioline posate sul terreno.

La foto non è mia, ma del bravissimo Dario Rigoni.

 

 

Bubus, CasaCasae, Love..., Tina, Tino

Quanta strada ancora da fare…

21 luglio 2015

Assolti da stupro di gruppo: “Fu un momento di debolezza della ragazza”

Vi esorto a leggere l’articolo in cui sono riportate le motivazioni della sentenza

e poi vi invito a leggere la lettera che la vittima di questa vicenda ha scritto al blog “Al di là del Buco“,

ve ne riporto uno stralcio:

Ogni maledetta volta dopo aver lavorato su me stessa, cercato di elaborare il trauma, espulso da me i sensi di colpa introiettati, il fatto di sentirmi sbagliata, sporca, colpevole. Dopo aver cercato di trasformare il dolore, la paura, il pianto in forza, in arte, ecco un altro articolo che parla di me. E io mi ritrovo catapultata di nuovo in quella strada, nel centro antiviolenza, nell‘aula di tribunale. Tutto questo mi sembra surreale come un supplizio di Tantalo.
La memoria é una brutta bestia. Nel corso degli anni si dimenticano magari frasi, l’ordine del prima e dopo, ma il corpo sa tutto. Le sensazioni, il dolore fisico, il mal di stomaco, la voglia di vomitare, non si dimentica.

Essere vittima di violenza e denunciarla é un’arma a doppio taglio: verrai creduta solo e fin tanto che ti mostrerai distrutta, senza speranza, finché ti chiuderai in casa buttando la chiave dalla finestra, come una moderna Raperonzolo. Ma se mai proverai a cercare di uscirne, a cercare, pian piano di riprendere la tua vita, ti sarà detto “ah ma vedi, non ti é mica successo nulla, se fossi stata veramente vittima non lo faresti”. Così può succedere quindi che in sede di processo qualcuno tiri fuori una fotografia ricavata dai social network in cui, a distanza di tre anni dall’accaduto, sei con degli amici, sorridi e non hai il solito muso lungo, prova lampante che non é stato un delitto così grave. Fondamentale, ovviamente.

fonte: #Firenze: Fortezza significa forza. Adesso non più!

A me questa Italia fa paura e rabbia…

Dovremmo essere libere di essere, di scegliere, di desiderare e in apparenza lo siamo, ma il sottofondo della nostra società rimane oscuro, retrogrado, legato mani e piedi ad una logica talebana, che colpevolizza le donne: provochiamo, ce la cerchiamo, non sappiamo tenere chiuse le gambe, andiamo di notte in giro da sole, portiamo le gonne così corte e rossetti così accesi e capelli così lunghi… Portatrici del peccato originale.

Ci sono tanti uomini e tante donne autenticamente “liberati” e liberi da questi condizionamenti ancestrali, ma se non affronteremo radicalmente la questione educativa, troppe Fortezze da Basso, troppe Franca Viola, troppe ferite si apriranno ancora sul corpo delle donne (e degli uomini!)…

Bubus, Donna Chisciotta e le Parole al Vento, il corpo delle donne, Politics, Tina

Set my soul on fire

3 marzo 2015

 

Baby, set my soul on fire.
I’ve got two little arms to hold on tight and I want to take you higher.
Baby, never should say never.
I’ve got a hurricane inside my veins and I want to stay forever.

Buon compleanno amore mio :*

Bubus, Love..., Tino

Charlie

7 gennaio 2015

B6walY0IYAAxbAW

 

Le anatre voleranno sempre più in alto dei fucili…

Altre meravigliose e desolate vignette qui

Politics

Another step of the ladder…

19 dicembre 2014

… To paradise!

Per l’ennemillesimo progetto di volontariato (puff… pant!) il buon Tino è diventato webmaster

di questo sitarello qui per conto di una simpatica società ciclistica trevigiana che si chiama…

“I Falchi di Tuxon” 😀 1480743_565299666892394_1478197240_n

Che dire, dopo “bubus”, diventeremo anche falcus 😉

Eccoci qui in versione natalizia

Bubus

Natale 2014

19 dicembre 2014

Manca poco …….. Coraggio

Bubus, convivendo, Love..., Tina, Tino

Auguri <3 Lucia

23 novembre 2014

Our lovely, my bestie… The One & Only Lucia!

We love you.

SavedPicture-2014112221354

amicicci, Bubus, Tina, Tino

Istantanee dei nostri ultimi 12 mesi…

12 ottobre 2014

 

Così, per riannodare le fila, dopo tanto tempo…

Bubus, Freetime, Tina, Tino

At our Most Beautiful… We are BACK!

5 giugno 2014

 I’ve found a way to make you
I’ve found a way
a way to make you smile

at my most beautiful
I count your eyelashes secretly.
with every one, whisper I love you.
I let you sleep.
I know your closed eye watching me,
listening.
I thought I saw a smile.

R.E.M. – At My Most Beautiful

 

Bubus, Love..., Tina, Tino

BubuHoneyMoon – Day 2

4 settembre 2013

Oggi Monaco di Baviera, sveglia prestino (8:00) con l’incubo del parcheggio … Alla fine la gentile signora della reception ci ha trovato un posticino nel loro garage 😉 Partiamo dunque alla volta del centro ci deliziamo con due fermate di metró (come tutti sanno il cuore di una città) … Odori di cibo speziato e vita in fermento!!! Noleggiamo subito due belle bici dalla vernice un po scrostata ma dalle gomme morbide e grosse e pedalando senza fretta attraversiamo il centro storico (zona ciclopedonale) con destinazione “Einglischer Garten” … Li giriamo in lungo e in largo … Immensi e stupendi ci donano un relax totale (sarà magari anche merito del chiosco delle pappe imerso nel verde e del mezzo litro di birra bevuto in riva al lago? Chissà…).

Torniamo con calma verso il centro pedalando fra tranquilli quartieri residenziali e vialoni dello shopping (ci regaliamo qualche souvenir) … Visitiamo le chiese e le attrattive principali e poi pronti per partire, sono oramai le 18:30 e si riparte per la prossima meta!

La città si è rivelata sia una grande metropoli sia una calda ed accogliente cittadina… Nonostante le dimensioni gli abitanti di Monaco hanno saputo mantenere uno spirito accogliente e cordiale non solo nei modi ma anche in tanti piccoli dettagli che rendono la città una meraviglia ^_^

R&S

BubuHoneyMoon, Bubus, Freetime, Tino, Trasferte

BubuHoneyMoon – Day 1

3 settembre 2013

image

Siamo a Salisburgoooo!!!
W la rete wifi free della Fortezza 🙂

BubuHoneyMoon, Bubus, Bucoliche, Love..., Sciroccate..., Tina, Tino

And, finally….

21 agosto 2013

1098148_10151651109725983_1901994384_n

 

Ci sposiamoooooooooooooooo!!!

Deciso il 1 giugno, cerimonia il 31 agosto… Insomma, qui siamo sempre sciroccati come il primo giorno!!!

Fateci gli auguri, augurateci buona fortuna… Aggiornamenti presto!

(s)Fashion, Bubus, Love..., Me, Myself and I, Ormoni, Sciroccate..., Tina, Tino

Rooonffff…. Zzzzz…

30 maggio 2013

tumblr_me4vhrymHm1r1iv4bo1_500

 

…Questa è più o meno la faccia del mio Tino quando si rotola indisturbato tra le coperte dopo avermi catapultata fuori dal letto la mattina…

Io come faccio ad arrabbiarmi?!

convivendo, Love..., Sciroccate..., Tino

Anita

13 maggio 2013

La sua casa è sempre piena di gatti, piante, frutti e fiori.
La sua risata di forza e voglia di godersi la vita.
Il suo sguardo franco, luminoso.
Mi ha salvata dall’incubo della matematica, con la sua dolce fermezza e una gigantesca dose di coniglietti di cioccolata al latte.
Anita sta partendo per un viaggio da cui non si torna.
Stasera vado a trovarla in ospedale, insieme a mammà, anche se non so se ce la farò a reggere, ma altrimenti me ne pentirei per sempre.
Mi consola sapere che il mio bel bubu ha pronta per me una razione enorme di coccole quando tornerò a casa da lui.
Eh sì perchè ormai in BubuCasetta si convive… Lo so che avevo promesso un post di agigornamenti e ci sarebbero un sacco di cose liete da scrivere, ma per ora voglio scrivere di Anita, chissà che non mi aiuti a reggere quel suo sguardo. Big Hugs ^_^

amicicci, Bubus, Me, Myself and I, Tina, Tino