Ieri sera…

Postato il

Finalmente il momento per festeggiare il compleanno di Tino.

Partita da casa alle 15.30 per andare a lavorare, senza possibilità di tornare a casa prima di cena, in una bella borsona di carta tutto l’occorrente per la serata: Regali, biglietto, vestitino carino per cambiarmi nel bagno dell’ufficio, appena finito di lavorare.

Finisco di lavorare tardi, ovviamente! Quando Tino arriva sono ancora da cambiare, ufficio aperto, computer acceso. In un turbine (tipo Taz dei Looney Tunes) sfilo sottoveste e vestito da ufficio e infilo il vestitino prescelto (maglina di lana, scollato, manica a tre-quarti, gonna a palloncino), un velo di mascara per ritoccare il trucco e via.

Visto che uno dei miei regali è voluminoso e l’ufficio è deserto, consegno al Tino la borsa contenente:

n°1 Regalo Romantico:
Cornice con 3 foto virate da me in bianco e nero di noi due assieme (tra cui la simil Cartier-Bresson)

n°2 Regali Pratici:
1 Porta biglietti da visita in pelle nera (che fa pandant con il portafoglio)
1 Porta carte di credito/carte fedeltà/Cartaviaggio/Club Freccialata etc. sempre in pelle nera, per sistemare le mille carte e cartine che normalmente giacciono in ogni dove 😀

In realtà anche i regali pratici un po’ romantici sono: tutte cosine che gli servono e lo accompagnano nei momenti (e sono tanti) in cui siamo lontani.

Post consegna regali siamo andati a cenare in una tipica Hosteria Trevigiana: Ai Filodrammatici
Posto carino, gestito da giovani con “genuinità” per quanto riguarda l’allestimento del locale (parquet e travature anzianotti, arredamento da negozi di modernariato e mercatini dell’usato), per la calda ospitalità e la voglia di stare assieme e per la selezione dei piatti in menù che variano di giorno in giorno ma sono tutti tipici della tradizione trevisana e regionale.
Buon vino sfuso, una menzione speciale al dolce: ciambellona al cocco affogata in crema al mascarpone, semplicissima ma buona da svenire.

treviso rain

Pagato discretamente poco: 23 euri a testa per antipasto, secondo (carne buona, ben cucinata e assai abbondante), contorno e dolce annaffiati da un buon Malbech.
Assai soddisfacente!

Io e Tino avevamo un look un po’ troppo ingessato per il posto, lui sopratutto, dato che veniva diretto da lavoro e quindi era in “divisa”: gessato con fondo blu scuro, camicia bianca e cravatta blu a righine 😀
Però siamo stati proprio bene e, dopo aver rassicurato la cameriera che all’inizio ci dava del lei e sembrava un po’ tesa, l’atmosfera si è fatta rilassata e intima.

Se doveste mai decidere di venire a trovarci qui da me vi ci porterei di sicuro!

La città poi, lucidata e resa semi-deserta dalla pioggia, era un incanto.


6 thoughts on “Ieri sera…

  1. Che romantici 😉
    Sono proprio belle le serate così…. noi è da un millennio che non le facciamo.
    Magari se vinco il concorso ci e con la bella stagione ci togliamo lo sfizio 😉

  2. Ottima festa di compleanno, ottimi regali ed ottima cronaca!

    MODE SAPUTELLO ROMPIBALLE ON
    La foto dela bacio all’Hotel de ville non è di Cartier-Bresson, ma di Robert Doisneau.
    MODE SAPUTELLO ROMPIBALLE OFF

  3. Io Treviso non è che la ami molto… certo che in compagnia si potrebbe anche soprassedere.

    L’importnate non è il dove, ma con chi.

    E poi “ciambella al cocco affogata al mascarpone”… brrrrrrrrrrrrrrrrr… ho l’acquolina alla boca, altro che..
    E per me, SOLO acqua.
    Naturale, di cassa e senza limone, grazie.
    Dite che a Treviso mi guarderebbero male se non bevo alcool?! 😉

    (Che carini in quel di Parigi!)

  4. @Gan: c’est vrai, mon coeur, c’est vrai! Je suis desolée 🙂

    @Poto: neanche io amo alla follia la mia città, sopratutto quando è piena di miei concittadini 😀
    Ma sono serate come quella che mi riconciliano con la mia città: quando tutti gli stronzi sono rinchiusi nelle loro magioni o in qualche club modaiolo, io mi posso aggirare tranquilla per le sue viuzze che brillano per la pioggia, assaporandone la grazia silenziosa e discreta, per poi infilarmi in una di quelle osteriette “de ‘na volta” senza troppi fronzoli e bere qualcosa in compagnia dell’oste.
    Comunque nessuno si offende se bevi solo acqua, ci pensiamo noi bere anche il tuo 😛

  5. Ma voi siete matti, Treviso è bellissima! E a Poto imporremo una rieducazione forzata, o un corso accelerato, o una folgorazione sulla via di Damasco, insomma, un qualcosa che possa riportarlo sulla retta via. Perché il ragazzo ha tante buone qualità, e non è concepibile che possa rimanere un astemio assoluto! 😛

  6. Oh che bella serata di compleanno!
    E complimenti per i regali. Quelli utili sono sempre utili. E quelli affettivi sono i migliori.
    Ma si sa, io sono un bambinetto e preferisco che qualcuno mi compri qualcuno dei miei innumerevoli “voglio questo!”. E di solito lo dico talmente tante volte che me ne dimentico pure. E la sorpresa è assicurata…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.