Una giornata di Ginnastica Artistica.

Postato il

Una giornata di volteggi, salti, rimbalzi, di capriole e equilibrismi, di discese e salite, atterraggi e cadute, di lunghe rincorse, di brusche fermate.

Una giornata di sorrisi e lacrime, di schiene dritte, di gambe vivaci, di braccia tese, di addominali rigidi a trattenere il fiato nell’attesa, o i salti nella discesa.

Una giornata piena di passi flessuosi e di piedini ancora piccoli, incamminati sulla via dell’armonia.

Una giornata di fatiche, sbagli, sbadigli e di vittorie, abbracci, medaglie.

Una giornata di sguardi: emozionati, tesi, attenti, premurosi, critici, oppure saggi ed esperti, sotto le tempie canute di una decana dello sport.

Una giornata di ragazze, di piccole e grandi donne.

Una giornata di grazia, una giornata di fatiche.

E poi, via di nuovo, con i sorrisi e le rincorse, verso la prossima gara…

Pensieri e parole suscitati dalla prima gara di ginnastica artistica che mi sono trovata a coordinare

 


One thought on “Una giornata di Ginnastica Artistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.