Nel giorno della memoria

Postato il

 

Io ricordo lui, Alan Turing.

Protagonista di un olo/omocausto tutto personale, dopo che era stato tra i più brillanti scienziati a servizio della sconfitta del nazifascismo.

Tanto per ricordarsi che anche i “buoni” possono essere cattivissimi.

E per ricordarsi che la meletta apple oltre ad essere ormai un’icona fashion, ha anche un significato più profondo.

La sua biografia la trovate qui

“Possiamo vedere solo poco davanti a noi, ma possiamo vedere tante cose che bisogna fare”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.