Ieri ho imparato che…

Postato il

Il requiem di Mozart è la colonna sonora perfetta per l’umor nero.

Fa bene da sfondo alla momentanea cupezza, ma la grandiosità di musica, cori e solisti risolleva l’umore a poco a poco, senza risultare inapporpriata.

Ho trovato un canale YouTube che ne mostra una bellissima versione:

Wiener Philarmoniker, dirige Bohm, i solisti sono Janowitz, Ludwig, Berry, Schreier.


Lacrimosa


7 thoughts on “Ieri ho imparato che…

  1. Bello si, io tanto per cambiare mi commuovo!
    Comunque ti dico che io quando ho bisogno di una carica “uso” il Bolero di Ravel, mi fa sentire mitologico 🙂
    E poi anche la regina della notte dal flauto magico cantato dalla stupenda Luciana Serra!!!
    E O Fortuna dai Carmina Burana…

    Basta sono un rompi palle 😛

  2. Ho sempre trovato il bolero di Ravel molto sensuale, se m’è permesso confessarlo 😛

    Non sei un rompipalle Josh, tutt’altro 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.