Come una corda di violino

Postato il

Mi sembra di avere sempre tutti i muscoli in tensione, e probabilmente è vero..

Riesco a rilassarmi solo ed esclusivamente sotto le coperte, mentre Tino sussurra da lontano. Appena mettiamo giù il telefono le ansie mi assalgono. E pensare che nessuno mai lo direbbe, neanche chi mi vive accanto ogni giorno.

Chissà perchè ho sviluppato questa camaleontica capacità di apparire sempre spensierata e allegra, un cielo senza nubi, senza tuoni nè fulmini… Tanto che a volte passo per quella facilona e sprovveduta.

Ma l’angoscia degli altri mi angoscia più della mia, avere il fiato sul collo, preoccupare i miei genitori et similia mi ha sempre creato grossi grattacapi e mi getta in un umore pessimo, catastrofista e poco produttivo. Di conseguenza “Muso duro e Barèta Fracada”, come dicono dalle mie parti 🙂

Ma a volte mi chiedo. “E se non dovessi farcela?! E se tutto dovesse andare storto?!”, farei di sicuro la solita figura della facilona… e tutti (Mamma in testa) penserebbero “Come volevasi dimostrare!!”.

Eh sì, perchè per noi camaleonti il successo è un must, con la disfatta la disistima altrui è assicurata…

Che Stress, che ansia!!!


2 thoughts on “Come una corda di violino

  1. “E se non dovessi farcela?! E se tutto dovesse andare storto?!” => “Whatever tomorrow brings, I’ll be there with open arms and open eyes” … non ricordi ? Baci, il tuo Tino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.