Sgombero part 1: leaving casaPadova

Postato il

sono diventata la furia dell’ inscatolamento!

Ho realizzato che la formula “via il dente via il dolore” trova in me la sua piena realizzazione. Però mi manchi…

Pensandoci meglio mi sfinisco di fatica per non pensare ai tre anni di vita che sto impacchettando in fretta, per portarli lontano dal loro habitat naturale, per sgomberare questa casa che mi ha vista crescere più di quanto pensassi e che ha dato i natali anche al nostro amore…

Mi sfinisco di fatica per non sfinirmi di queste lacrime che cominciano a cadere sulla tastiera del vecchio iMac, anche lui placido abitante di questa dimora.

Se tu fossi qui, amore, queste lacrime le sapresti consolare, le potresti fermare, molto meglio di quanto riesca a fare la fatica di portare giù per 4 piani di scale le scatole della mia vita da universitaria.

Questa rimarrà per sempre un po’ casa mia.


3 thoughts on “Sgombero part 1: leaving casaPadova

  1. Anch’io sono fortemente legata ai luoghi, come ben sai.
    Capisco perfettamente come sia dura levare le ancore.
    Quell’appartamento nella città che amiamo tantissimo entrambe e il fatto che sia teatro di tanti ricordi con Simone…… non rende facile il distacco.
    Hai fatto delle foto all’appartamento? Questo ti può aiutare a conservare di più i ricordi e riguardarle sarà nostalgico ma anche molto terapeutico.

  2. Grazie a tutti e due per i commenti…
    Alla fine, supererò anche questa, è che il mio carattere fa a botte con il concetto del distacco…
    Non fa proprio per me, mi cinrcondo di mille cianfrusaglie solo per non doverle buttare via.
    Magari però questa tappa della mia vita sarà importante per farmi crescere…
    Io ci spero sempre!

    @lore! sei il nostro 3° commentatore, grazie mille 🙂
    Ma non mi hai ancora comunicato il responso sulla canzone… 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.