Ecco, io a Povia farei presente un paio di cosette…

Postato il

Visto che ci tiene tanto alla felicità dell’intero genere umano,
gli direi che la prossima volta che vuole andare a Sanremo,
scriva una delle sue belle canzonette di denuncia su temi come questo:

Noi vittime dei preti pedofili
di Paolo Tessadri
Decine di bambini e ragazzi sordi violentati e molestati in un istituto di Verona fino al 1984. E dopo decenni di tormenti, gli ex allievi trovano la forza di denunciare gli orrori. Ma molti dei sacerdoti sono ancora lì

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Noi-vittime-dei-preti-pedofili/2059082&ref=hpsp

Oppure, visto che ritiene l’eterosessualità la via della felicità, lo inciterei a scrivere di tutte quelle belle famigliole che salgono agli onori della cronaca quasi ogni giorno, famiglie come queste:

Novantenne uccide la giovane moglie
colpita con il soffietto del camino

http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/cronaca/uccide-moglie/uccide-moglie/uccide-moglie.html

Foggia, le ha sparato al volto: arrestato l’ex
http://notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/09/01/22/donna_fucilata_volto_978.html

Capisco benissimo che non si debba fare di tutta l’erba un fascio, ma visto che al signorino piace teorizzare e arringare la folla con le sue verità, che si cimenti pure con queste, anche se magari gli risultano un po’ più indigeste.


One thought on “Ecco, io a Povia farei presente un paio di cosette…

  1. Già, chissà quando un cantante andrà al Festival a raccontare l’angoscia, l’orrore ed il dolore dei bambini stuprati da chi se ne dovrebbe prendere cura? Qualcosa del tipo :
    “Luca era bambino”, poi arrivò il prete per confessarlo e chiuse a chiave la porta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *