Traslochi in famiglia

Postato il

Periodo assai sonnacchioso e impegnato,
causa concomitanza di lavoro e trasloco d’ufficio dei miei, per la serie “che bello darsi tutti una mano”…
Proprio ieri una graziosa vecchina, vedendomi china e sbuffante con le “schiene” di una libreria alta 3 metri sulla schiena, ha commentato: “meno male che i traslochi li fate in famiglia”…
Io avrei voluto risponderle “meno male ‘sti Ca…”, ma poi ho più carinamente abbozzato un sorriso, proprio mentre rischiavo di infrangere, con le suddette schiene, il portone a vetri del palazzo, rilasciato con noncuranza right in front of me (traduzione: dritto sulla mia fronte) dal mio adorabile fratellino adolescente 😀

Dunque a parte vecchine e traslochi, nulla da registrare…
Così, passando di qui ne approfitto per lasciare un bacino dolce dolce a tutti voi… Smack!
il primo bacio


5 thoughts on “Traslochi in famiglia

  1. Io devo ammettere di non aver ancora mai affrontato un trasloco. Ma non oso pensare a tutte le cose da impacchettare e portare via. Poi starei in ansia dalla paura che si rompano o rovinino…

    Un saluto anche a te,
    Lo’

  2. Ma non è che era la vecchina del Flector che con un certotto nel posto giusto ti avrebbe traslocato casa con un dito?!?!

    Sicura? 😉

  3. @Lo’: io ultimamente ho affrontato il MIO primo trasloco:
    sono uscita dall’appartamento dei miei 3 anni da studentessa fuori sede.
    Mille cose s’erano accumulate, ma la cosa più difficile da portare su e giù da quelle scale è stata la miscela di sentimenti che mi stringeva il petto impedendomi quasi di respirare…
    quanti pianti!
    Pensa che sono già passati più di 6 mesi, ma pochi giorni fa quando ho trovato il coraggio di tornare sotto il palazzo sono scoppiata di nuovo in un pianto dirotto…

    @Poto: se era la vecchina del Flector avrebbe fatto bene a farsi avanti… Anche perché domani mi tocca un’altra giornatina di fuego 😀

  4. @La Vecchia Marple: davvero?!
    Ma non mi pare di aver scorto accanto a lei Olga di Bietolorussia… Era ai giardinetti con le altre sue connazionali?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *